mercoledì 28 gennaio 2015

The Opposite Book Tag. Mi sono innamorata delle book tag!

Ciaooo tesorini! Oggi volevo parlarvi dell'amore per le book tag che ho scoperto da poco, ovvero da quando ho iniziato a vedere video di booktubers su Youtube. Adoro YouTube, sì sì. Vorrei proporvi alcune book tag per farvi conoscere la mia libreria in quanto non posso farvi la recensione dei miei libri che ho letto in passato perché non ricordo nei dettagli le storie, e ci tenevo anche a dirvi che le book tag non saranno numerosissime in quanto ho prevalentemente genere fantasy e YA sui miei scaffali, quindi non ho molto possibilità di scelta. La prima book tag che volevo proporvi è la Opposite Book Tag che ho scovato girovagando tra i vari blog e canali e che ho trovato idonea alla mia libreria... affinché io non mi perda in chiacchiere è meglio che inizi subito: cominciamo!

-Il primo libro nella tua collezione/ L'ultimo libro che hai acquistato


Il primo libro della mia collezione in tutti i sensi è il primo volume della collana di Geronimo Stilton, ma non lo considero un "membro" della mia collezione in quanto non è più nella mia libreria e anche perché non è il mio genere preferito (ovviamente). Quindi ho scelto Fallen (Fallen #1) di Lauren Kate, (edizione brossurata) che ha segnato il mio inizio nella lettura del fantasy, YA ecc...
L'ultimo libro che ho comprato è (anche se non ne sono molto sicura perché ho una memoria davvero pessima, questo non vuol dire che non abbia letto libri da tempo, significa che la pila che devo leggere mi è stata tutta regalata e quindi non ricordo bene quale libro ho comprato e quando con esattezza)  Hunger Games (The Hunger Games #1) a prezzo davvero basso, credo €5 o forse di meno, ovviamente versione brossurata con bandelle laterali.

-Un libro economico/ Un libro costoso



Visto che sto collezionando i libri della collana Newton Compton Editori Live Deluxe da €0.99 brossurati ne ho molti che devo ancora leggere, così ho scelto I dolori del giovane Werther di Goethe perché l'ho letto (forse non ci azzecca niente questo che ho appena scritto, ma okay).
Mentre il libro più costoso è stato sicuramente Passion (Fallen 4#) di Lauren Kate che mi è costato ben €18.00 non scontato, appena uscito, versione rigida con sovraccoperta; è stato molto costoso ma cavolo, averlo tra le mani è stato bellissimo!

-Un libro con un protagonista maschile/ Un libro con un protagonista femminile

Come libro con un protagonista maschile ho scelto Il bacio di Jude di Davide Roma; questo libro mi è piaciuto molto, la storia era molto bella, il protagonista mi è piaciuto altrettanto, ma purtroppo la serie non è stata continuata perché questo primo volume è uscito nel lontano 2013, calcolate che adesso siamo nel 2015...
Ho scelto invece Odyssea (Odyssea #1) di Amabile Giusti come libro con una protagonista femminile; questo libro però non mi è piaciuto per niente: ero partita tutta entusiasta per il genere che trattava, il fantastico, la magia e secondo quanto diceva la trama anche temi romantici. Trama maledetta, se questo, secondo Amabile Giusti è romanticismo, beh, allora non ha capito un bel niente. In pratica dopo aver letto questo tomo ero arrabbiata per averlo fatto, in quanto mi aveva fatto sprecare ore di lettura preziose che avrei potuto investire per un libro nettamente migliore. C'è anche un seguito di Odyssea, che io intendo leggere, perché voglio dare un'altra possibilità alla storia, poiché questa mi era piaciuta, era il romance che proprio non andava, ma va bene, questa volta partirò con un'aspettativa più bassa.

-Un libro che hai letto velocemente/ Un libro mattone


Credo che un libro che io abbia letto velocemente sia stato Whisper, sussurro di sabbia di J. L. Olliver. Questo libro è un pò infantile, infatti ricordo lo lessi durante le medie, ma mi piacque molto, pare anche che sia una trilogia, infatti da poco ho scoperto un secondo volume che però non so ancora se lo leggerò oppure no... ma ricordo con chiarezza che nel finale ero in lacrime: non c'è bisogno di dire altro.
Un libro mattoncino è stato Shadowhunters, Il codice di Cassandra Clare e Joshua Lewis: soldi sprecati. Questo libro lo comprai in preda all'euforia perché ero nel bel mezzo della saga The Mortal Instruments ed ero così presa da Jace e Clary che volevo ogni cosa che parlasse anche solo un pò di loro, così non ci ho pensato due volte (errore madornale) e l'ho preso. Ci ho messo sei mesi a finirlo, è stata una faticaccia ASSURDA. Ma c'è da dire che i disegni sono un qualcosa di PAZZESCO.

-Una cover bella/ Una cover brutta
 

Okay, qui  metto due cover che personalmente trovo PAZZESCHE. La cover di Shatter Me (Shatter Me #1) di Tahereh Mafi e quella di Teardrop (Teardrop #1) di Lauren Kate: ma le avete viste? Sono perfettamente perfette! Non avrei potuto chiedere copertine migliori, copertine che non solo sono meravigliose, ma riflettono anche la storia all'interno dei libri.
Cover brutta... facciamo bruttissima, sì, davvero pessima quella di Waterfall (Teardrop #2) di Lauren Kate, e a peggiorare le cose stava il fatto che il primo volume aveva la copertina diversa ovvero quella della ragazza vestita di acqua, mentre in questo secondo volume la copertina viene ristampata e cosa viene fuori? Questo scempio, mah.




-Un libro del tuo paese/ Un libro internazionale


Uno dei libri scritti da scrittori italiani che più mi è piaciuto è Elogio alla bruttezza di Loredana Frescura. Questo libro ha affrontato una bella tematica, attuale e che coinvolge un pò tutte le teenager: il sentirsi brutte. Infatti in questo libro si parla della protagonista che si vede brutta ma alla fine le sue idee saranno scalfite dall'amore di un ragazzo per lei. Davvero davvero dolcissimo, lo consiglio tantissimo per chi volesse intraprendere una lettura piacevole e non troppo impegnativa.
Invece un libro non troppo conosciuto ma davvero simpatico, allegro, dolce, ma anche con misteri e scoperte scioccanti è Il figlio del vampiro (Le cronache di Vladimir Tod #1) di Heather Brewer. Di questa serie io ne ho letti solo tre, ma credo che ce ne siano degli altri, non ho continuato perché in Italia non c'è stata più l'uscita e quindi pensavo che lo avessero stoppato, adesso sinceramente non so se hanno tradotto il quarto, spero di si, perché non mi dispiacerebbe riprendere le avventure di Vladimir.

-Un libro sottile/ Un libro spesso

Come libro sottile ho scelto Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, non ho ancora iniziato a leggerlo, ma sarà la mia prossima lettura e sono davvero ansiosa di leggerlo, se ricordo bene ho sentito da una ragazza che fa video di recensioni su YouTube che questo libricino è stato il primo fantasy scritto. Se è così, se ho sentito bene, sono ancora più eccitata all'idea di leggerlo(!)
Un tomo gigante è di sicuro Shadowhunters, Città del fuoco celeste di Cassandra Clare. Le centinaia di paginette però devo dire che non le ho proprio sentite perché la storia è stata davvero pazzesca, anche se mi ha lasciato un pò con l'amaro in bocca perché non sono ancora pronta a lasciare Jace e Clary... quando penso che non li "rivedrò" più, mi viene una tristezza PAZZESCA.

-Fictional book/ Non-fictional book
 

Starcrossed (The Awakening Series #1) di Josephine Angelini è stato un libro meraviglioso, ovviamente anche il resto della serie è stata una cosa PAZZESCA; devo dire che mi ero fatta non pochi pregiudizi su questa storia ma mio Dio, mi sono sbagliata di brutto!
Poi ho inserito Vampirologia della Rizzoli che è stato davvero un volume simpaticissimo e inquietante, sembrava che i vampiri esistessero veramente leggendo quelle documentazioni (false), davvero simpatico e fatto bene non c'è che dire.

-Un libro molto (troppo) romantico/ Un libro pieno d'azione


Uno splendido Disastro di Jamie McGuire credo sia il libro più mieloso e melodrammatico che io abbia letto, con questi aggettivi non sto dicendo che non mi è piaciuto, solo che... dai, il cattivo bad boy che incontra una tipa per bene e cambia... ma, davvero? Troppo un cliché, pff. 
Mentre un libro pieno di avventura, colpi di scena, azione e travolgente credo proprio che sia stato Divergent (Divergent #1) di Veronica Roth. Un libro semplicemente PAZZESCO. Un mondo tutto nuovo, distopico, descritto con dei dettagli che ti fanno ricreare nella mente la città di Chicago versione Roth alla perferzione. Io ho adorato lo scenario degli Intrepidi e di quella città descritto davvero davvero in modo efficiente e dettagliato, merita tanto, davvero.

-Un libro che ti ha reso felice/ Un libro che ti ha reso triste




L'unico libro il cui finale mi ha reso davvero felice e orgogliosa di aver letto l'intera saga è stato Rapture (Fallen #5) di Lauren Kate. Il finale mi ha fatto emozionare davvero tanto, perché la Kate non poteva creare scenario più felice e meraviglioso di questo. Un finale bellissimo, che non ti lascia con tristezza, non ti lascia con l'amaro in bocca ma anzi, ti lascia in pace, senza domande, senza dubbi. Perfetto.
Tasto dolente... non c'è un solo libro che mi ha reso triste ma ben QUATTRO libri che mi hanno lasciato con le fontanelle agli occhi! Sono indignata. Quando ripenso a quei libri continuo sempre a scuotere la testa e dire "non doveva finire così, non è giusto". Voglio dire: no. Non può finire così. Non puoi farmi piangere come una cascata e lasciarmi senza nessuna consolazione. Almeno per Opal (Lux #3) di Jennifer L. Armentrout c'è speranza perché la saga non è ancora finita, ma per gli altri, Allegiant (Divergent #3) di Veronica Roth, Damned di Claudia Palumbo e Romeo e Giulietta di Shakespeare... no, non è giusto.  

Ragazzi la book tag è finita, ci ho messo una vita per scriverla, ma il risultato non è stato niente male, no? Questi sono alcuni dei libri che occupano i mie scaffali, e che vi ho presentato e fatto conoscere. Spero che vi siano piaciuti, alla prossima. Ciao gattini!