mercoledì 12 agosto 2015

Reader Problems Book Tag. Ahi ahi, questi libri...!

Buongiorno mini dolciosi piccoli cupcakes con crema al burro, come state passando questa settimana? Spero che la stiate passando tra mille sorrisi, risate e dolcetti tanto dolciosissimi. Oggi cambiamo un po', inserendo una book tag molto carina: Reader Problems Book Tag. Iniziamo subito!


1)Hai ventimila libri nella tua TBR (to be read). Come fai a decidere quale sarà il prossimo libro che leggerai?
Probabilmente queste sono sempre le scelte più difficili della mia vita, perché ho davvero tantissimi libri in whislist (ora la lista ammonta a 176 libri che voglio leggere, provate a immaginare il casino), quindi è sempre un punto interrogativo. Ma riguardo queste dinamiche, sto cercando di darmi delle "regole", degli schemi. Di solito compro prima i libri che mi occorrono per finire una serie che sto leggendo. Se ci sono libri di una trilogia o saga che sono usciti, non esito e compro subito quelli, do la priorità a questi libri.

2)Sei a metà di un libro che non ti sta piacendo affatto. Lo abbandoni o mantieni il tuo impegno e lo finisci?
In questi casi sono sempre in conflitto con me stessa, adesso vi spiego il perché. Io sono una ragazza che vive secondo le regole: tutto o niente. Applico questa regola a tutto. Persino nell'alzare la tapparella di camera mia: o la alzo del tutto, o la chiudo totalmente. Non mi piacciono le mezze misure, le cose lasciate a metà. Quindi quando ho per le mani un libro che proprio non mi piace, mi faccio coraggio e piano piano lo finisco, perché comunque mi sono presa un impegno. Però è anche vero che ho tanti di quei libri da leggere che non potrei proprio perdere il mio tempo con libri che non mi piacciono... che dilemma! Certe volte vorrei proprio urlare, argh!

3) Si avvicina la fine dell'anno e tu sei lontana dal raggiungere il tuo obiettivo nella challenge dei libri da leggere di Goodreads. Provi ad accelerare adesso? E come?
Nonostante abbia impostato quest'anno come obbiettivo solo 50 libri da leggere, non credo che riuscirò a completare la challenge. Questo perché molte volte mi imbatto in libri che non mi piacciono e quindi tendo a non leggere proprio, perché non riesco ad andare avanti con la lettura, di abbandonare il libro non se ne parla proprio e quindi rimango come una scema. Già. *Sad story* 

4) Le cover di una serie che ami hanno uno stile diverso. Come superi questa cosa?

Semplice: non la supero. Rimango a piangerci sopra per giorni e giorni, scalpitando i piedi sul mio letto... okay magari non piango, o scalpito (anzi, quello si) ma comunque ci sto male! Sono perennemente arrabbiata, perché più guardo due tomi di edizione diversa vicini, più mi sale l'odio. Ma di certo non posso fare altro. Solo, non capisco perché accade. Cosa diavolo hanno in mente gli editori? Fette di prosciutto?! Segatura?! COSA?!?!

5) Tutti, ma proprio tutti amano un libro che a te proprio non piace. Con chi condividi le tue impressioni riguardo a quel libro?
Diciamo che le mie amiche leggono generi diversi dai miei. Però quelle rare volte in cui leggo un libro del loro genere e (ovviamente pff) non mi è piaciuto, esprimo la mia opinione e ne discutiamo insieme. Di certo non ci mettiamo a litigare per delle opinioni personali. Però quando per esempio a loro non piace un libro che io amo (per esempio Shatter Me che è la mia trilogia preferita), credo che a stento riesco a trattenere la rabbia. Il mio problema è che quando si parla delle mie serie preferite che non piacciono alle persone... io, non lo so... ho voglia di uccidere(!). Diciamo che ho dei problemi di accettazione.



6) Stai leggendo un libro in pubblico e ti viene da piangere. Come ti comporti?
Oddio non mi è mai successo, ma credo che non piangerei, perché sono quel tipo di persona a cui non piace esternare i sentimenti e mostrarsi troppo al pubblico. Non mi piace dare scena. Proprio per niente. E poi non riesco mai a concentrarmi come si deve su un libro quando sono in pubblico.

7) Il nuovo volume di una serie che segui è appena uscito, ma hai dimenticato tutto del volume precedente. Come ti comporti? Rileggi il libro precedente? Dai una scorsa alla sinossi su Goodreads? Non leggi il nuovo? Ti limiti a piangere disperatamente?
Credo che prima mi arrabbio con me stessa per aver dimenticato, poi se proprio non ricordo nulla o solo ricordi sfocati, riprendo in mano il volume precedente e lo rileggo. Anche se odio rileggere i libri, perché non mi va di sprecare tempo con libri già letti, se ho una montagna di libri ancora da leggere. (Ma quante volte ho detto la parola "libri"?)

8) Non vuoi che nessuno, NESSUNO, prenda in prestito i tuoi libri. Come fai a dire di no alle persone quando ti chiedono in prestito un libro?
Oltre ad essere una persona che nasconde le proprie emozioni, sono anche una persona che non riesce a dire di no. Solo alcune volte ci riesco, ma quando li do via, mi vengono ridati dopo mesi e tutti rovinati. Il che mi porta non solo a essere arrabbiata con quella determinata creaturina
 (ma a nasconderlo alla persona interessata), che mi ha rovinato il tomo, ma anche a essere tristissima per il mio bambino (il libro interessato); e a essere di nuovo arrabbiata con me stessa, stavolta. Come le fasi dell'elaborazione di un lutto in pratica: negazione, rabbia, negoziazione, depressione, accettazione... uguale proprio. (Povera me)

9) Blocco del lettore. Nell'ultimo mese hai abbandonato almeno cinque romanzi. Come fai ad uscirne?

Semplice anche questa: non ci esco. Aspetto che si plachi, e cerco di pensare ad altro. Oppure cerco di leggere qualche libro nuovo la cui trama mi ha preso particolarmente. Ma nel più delle volte, cerco di sforzarmi a leggere quei libri abbandonati, perché comunque ho speso dei soldi per comprarli. QUINDI, oltre ad essere una ragazza che nasconde le emozioni, che non riesce a dire di no, che "o tutto o niente", sono anche una ragazza che odia gli sprechi, specialmente gli sprechi in fatto di denaro. Quindi, ricapitolando, leggerei quei benedetti cinque romanzi e poi comprerei un libro che non vedo l'ora di leggere, oppure li abbandonerei temporaneamente e mi dedicherei ad altro.


10) Stanno per uscire moltissimi libri che muori dalla voglia di leggere. Quanti ne compri veramente?
La prima cosa che faccio è metterli in whislist, poi, come già detto prima, mi compro quelli che mi servono per finire una serie o trilogia o quello che è. Ma credo che se uscissero molti libri nuovi, ne comprerei due alla volta, o uno a settimana. Non sono io a pagare i miei libri, ma i miei genitori, e i libri di certo non costano un euro l'uno, quindi se per esempio chiederei loro dieci libri tutti in una volta, mi sentirei in colpa tantissimo. Voglio dire, i soldi non crescono sugli alberi, giusto? E poi andare una volta a settimana in libreria e comprare un libro di verso è così bello...! No?


11) Dopo aver comprato dei libri che morivi dalla voglia di leggere, quanto devono veramente aspettare sul tuo scaffale prima di essere letti?
Dipende dai libri che sto leggendo correntemente, se tipo ho due libri o dieci libri prima di quelli appena comprati, allora niente: devono aspettare. Per me i miei bambini sono tutti uguali, e se sto leggendo dei libri allora finirò prima quei libri e poi ne inizierò di nuovi. Quindi è probabile che dovranno aspettare dei mesi o delle settimane, dipende dai libri che sto leggendo e che stanno da prima sul mi scaffale TBR.

Ps: il post doveva uscire domani, ma mi sono confusa, Blogger è davvero complicato da gestire(!).
Piccole palline di pelo, la book tag termina qui e ci rivediamo al prossimo appuntamento libresco. Ciao ciao!!