giovedì 20 agosto 2015

TBR book jar: un modo originale per smaltire libri!

Salve a tutti, dolci palline di zucchero; buon  centro settimana! Manca meno di un mese all'inizio della scuola e io non ci posso proprio pensare perché ho parecchi professori che fanno schifo come insegnanti e quindi mi tocca faticare il doppio per arrivare alla promozione (giusto per puntualizzare, non sono mai stata bocciata o rimandata eh, non che ci sia nulla di male, ovviamente), ma va bene così. Quest'anno inizio il quarto anno di liceo e non vedo l'ora di scoprire le scienze umane, che argomenti interessanti mi riservano questi nove mesi. Sì, sono una secchiona con voti nella media, curiosa di imparare la psicologia, antropologia, pedagogia e sociologia. Don't judge me.
Cooomunque, prima che dilaghi (già l'hai fatto *coff coff*) iniziamo con il secondo post della settimana, oggi dedicato al mio dolce TBR book jar!


Per chi non lo sapesse, la TBR (to be read) book jar è (di solito) un barattolino, ma può essere anche un qualsiasi contenitore (come potete vedere nella foto) in cui un lettore può porre tutti i titoli di libri che non riesce a leggere di suo iniziativa, ma che ha voglia di iniziare, o che deve smaltire. In questo modo, estrai un titolo a caso e ti immergi nella lettura di quel libro. Può essere un metodo molto carino, come già detto prima (ripetitiva pff), per smaltire tutti i libri che avete sullo scaffale e che per un motivo o per un altro non riuscite ad iniziare.
Io lo uso per smaltire tutti quei classici che ho chiesto per Natale, in modo da ampliare le mie vedute, e per formarmi meglio come lettrice (perché un buon lettore che si rispetti, ha letto almeno un discreto numero di classici, eh), ma che comunque da allora non riesco a prendere in mano perché spaventata dalla loro possibile noiosità.


Il mio barattolino comprende 18 titoli di libri da leggere che potete vedere nella foto: Il principe felice di Oscar Wild, Rossella di L. M. Alcott, La capanna dello zio Tom di Beecher Stowe, Senza famiglia di Hector Malot, Il sogno di Sigmund Freud, Amleto di William Shakespeare, Novella degli scacchi di Stefan Zweig, L'arte di comandare di Napoleone Bonaparte, La metamorfosi di Franz Kafka, Poesie zen, La casa stregata di Howard P. Lovecraft, L'amicizia di Cicerone, La linea d'ombra di Joseph Conrad, La signora delle camelie di Alexandre Dumas, La lettera scarlatta di Nathaniel Hawthorne, Dracula di Bram Stoker, Operette morali di Giacomo Leopardi, Paulette di Alfio Monti Samà. (mi scuso in anticipo per eventuali errori riguardanti i nomi). Ogni mese, quando farò il Wrap-up+ TBR, sceglierò 3 libri da leggere e uno di quelli lo pescherò dal mio barattolino. 

Il post finisce qui, dolci biscottini al burro; fatemi sapere nei commenti se li avete già letti, o se conoscete qualche titolo di questi o ancora se anche voi avete in piano di leggere qualche classico... insomma: commentatemi :D