giovedì 29 ottobre 2015

October Wrap-Up & November TBR

Goodmorning lovies!! Come state? Il mese è finito e cavolo, il tempo vola proprio. Ma meglio non perderci in bambagie sennò il post verrà lungo un chilometro...! Questo mese, niente foto delle anteprime dei libri che metto di solito, con tutte le clipart carine perché sto riorganizzando la mia libreria ed è un po' un casino. I'm so sorry, girlz...!

E che ve lo dico a fare. L'ho letto in un giorno credo. Alla fine, ho pianto, non tanto per come è finita, ma perché era finita. Nel senso che la trilogia finisce con Ignite Me e io ero disperata. Non riuscivo ad accettarlo. Questo libro è stato bellissimo. Ma bellissimo è dire poco. Qual è l'aggettivo che fa capire che questo libro è la perfezione? (Credo che sia "perfetto", cretina pff) Fatto sta che l'ho finito e la vita per me non ha avuto più un senso. Non posso ancora credere che non leggerò mai più nulla di Juliette e Warner... Che visione orribile, mio Dio. Non l'ho ancora scritta la recensione, e sinceramente non so come scriverla. Non credo di poter rendere la perfezione di questo libro in una semplice recensione. Le parole non bastano a descrivere questo libro e tutte le emozioni che mi ha donato. Quindi davvero non so se riuscirò a scriverla; una cosa è sicura: se non sarò completamente soddisfatta, non la pubblicherò. 

A ogni classico il suo tempo; si dice così no? (No.) Beh, io ci ho messo un mese a leggere questo benedetto libro. Che poi non mi è proprio piaciuto. Potremmo dire che Il ritratto di Dorian Gray, è un inno alla bellezza esteriore, un invito ad abbandonarsi ai sensi che culminano nel'omicidio. Okay che quella di Wilde era una denuncia contro l'importanza che si da alla bellezza esteriore, però  proprio non sono riuscita a farmelo piacere. Dorian era bello quanto ti pareva, ma era una persona vuota, senza saldi principi, senza una sua idea che non fosse influenzabile; era una persona così vuota che provavo così tanta pena per lui. Praticamente la sua persona era stata plasmata a immagine e somiglianza di Lord Henry. Spero di non incontrare mai una persona così vuota e influenzabile come Dorian; davvero penoso come personaggio. Un'altra che non mi è piaciuta è stata Sybil Vane. Una donna che si inginocchia di fronte a un uomo come Dorian Gray, non è degna di essere chiamata donna. Sybil Vane, una giovane e bella ragazza che di bello aveva solo il faccino. Dio quanto l'ho odiata. Pare che viveva solo per compiacere Dorian. Era così ossessionata da lui, da annullare persino la sua dignità... ma davvero? Ma stai scherzando?! 

Questo libro è stato di una dolce unica. Era come mangiare zucchero puro. Solo che quando ti mangi lo zucchero senza niente fa un po' schifo. Questo libro assolutamente no. Io l'ho adorato dalla prima all'ultima pagina. Mi aveva presa subito per il modo in cui era scritto. Più di dieci punti di vista, tra cui persino una panchina (sì, avete letto bene) e uno scoiattolo! (no, non ho sbagliato a scrivere) C'erano praticamente i punti di vista di quasi tutti i personaggi; tutti i personaggi tranne i due protagonisti. L'ho trovata una cosa molto curiosa e innovativa. Sono contenta di aver trovato un libro diverso dal solito. In realtà questo libro dovevo leggerlo in inglese, però avendolo visto in libreria, non ho resistito e l'ho comprato in italiano. Di questo farò la recensione, quindi saprete i dettagli del romanzo presto!

Prima lettura di Neil Gaiman; carina, particolare, ma niente di speciale. La storia in se è molto carina. Però, non lo so... ho 17 anni e mi sembra una lettura per bambini. Magari la prossima volta sceglierò una lettura di Gaiman un po' più matura: voi avete qualcosa da consigliarmi? Commentate! A parte questo, è una lettura carina, simpatica, in tema anche con Halloween; insomma è qualcosa di semplice, senza pretese. La consiglierei a qualche ragazzina o ragazzino che frequentano le medie, per loro sarebbe proprio adatta. Forse sono troppo vecchia (che brutta cosa mamma mia...)


Calcolando che non ho la più pallida idea di cosa leggerò dopo Il figlio del cimitero, vi propongo un paio di libri che possibilmente leggerò questo mese:

Libricino cortino, pare che non sia nulla di preoccupante. (aspetta a dirlo... ingenua pff) Questo libro lo conobbi durante una lezione di inglese. Il professore ci... aspetta(!) ma io questo già l'ho detto! Ah sì; ne ho parlato già nel Book Haul di Settembre ( here ). Eh niente, di sicuro lo leggerò dopo Il figlio del cimitero... oddio speriamo che non sia pesante.

Ho sempre considerato questo libro un po' anonimo. Questo non vuol dire che la trama non mi piaccia, anzi; proprio per questo è in WL da secoli. Solo che non ho mai avuto occasione di comprarlo, perché me ne dimenticavo sempre. Sarà che il titolo e la copertina sono un po' semplici e, appunto, anonimi, chissà... Non ce l'ho ancora in libreria, però penso di comprarlo nel mese di Novembre, sul sito dell'Ibs. Mi ci trovo bene, i prezzi sono sempre bassi, rispetto ad Amazon. Anche se questi due siti stanno più o meno sulla stessa lunghezza d'onda. Alcuni libri li trovi scontati di più su Amazon che su Ibs, però come detto prima, accade spesso anche il contrario.
Queste sono state le mie quattro letture del mese e i libri che ho in piano di leggere a Novembre. Direi che è stato proprio un bel mese libresco. Non mi aspettavo proprio di leggere ben 4 libri, considerando che siamo in periodo scolastico. Ah, fosse sempre così...! Arrivederci a tutti e preparatevi per i miei scleri a causa del Nano, io vi ho avvisati!