lunedì 19 ottobre 2015

Social Media Book Tag. Tra libri e telefoni c'è di mezzo Facebook(!)

E buonasera buonasera buo-na-se-ra carissimi lettori! (Mio Dio Simona, ma non ti vergogni? Sembri una presentatrice di programmi di terz'ordine [e datti un contegno su!]) Mi scuso ancora per aver mancato l'appuntamento di Lunedì scorso, ma la scuola si sta facendo sentire, lo studio è tanto e sto solo al quarto anno di liceo... mi domando cosa succederà l'anno prossimo e all'università: panico. Quest'oggi, è il turno della book tag mensile e ne ho trovata una proprio sfiziosa. Si tratta della Social Media Book Tag. Un'app per un libro. Iniziamo!

1) Facebook: un libro che tutti ti hanno spinto a leggere.
Credo che un libro che praticamente tutte le ragazze mi hanno detto di leggere è Cime tempestose di Emily Bronte. Tant'è che lo aggiunsi anche alla mia wishlist, ma rileggendo la trama su internet, proprio mi ero accorta che non mi interessava affatto. E quindi l'ho tolto (è successo poco tempo fa) dalla lista. Non credo di perdermi neanche niente di che, perché essendo un classico magari mi sarebbe piaciuto ma di certo non me ne sarei innamorata. L'unico classico di cui mi sono innamorata è stato Romeo e Giulietta ma di Shakespeare ne è esistito soltanto uno, no?


2) Twitter: il tuo libro corto preferito (sotto le 200 pagine).
Non avendo molti libri al di sotto delle 200 pagine, il primo a cui ho pensato è stato Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, un libro corto ma che mi è piaciuto parecchio. Era divertente e romantico. Mi è piaciuta l'ambientazione e i personaggi. Mi è piaciuto come l'amore è stato presentato come un sentimento che spesso non è ricambiato, aspetto che fanno vedere ben poco nei libri. Insomma, è stata proprio una bella lettura. Ma da Shakespeare, cosa potevo aspettarmi? Prossima lettura: Amleto!

3) Tumblr: un libro che tu hai letto prima che questo diventasse fico.
Quante foto e frasi abbiamo visto di Uno splendido disastro di Jamie McGuire su Tumblr? Io almeno una centinaia! Lo lessi prima che venisse considerato come un tremendo cliché, e estremamente smielato. Io non me ne vergogno: a me questo libro  piacque tantissimo. Se ricordo bene, piansi leggendo alcuni passaggi. Ma che ci posso fare? Sono una inguaribile romanticona(!). Poi va be, sappiamo tutti la storia. Diventa un fenomeno editoriale e tutti iniziano a trovare il pelo nell'uovo, considerandolo un libro per le bambine delle medie, super smielato e una lettura fatta da cani e porci. Ammetto però che poi mi sono fermata a questo e al seguito, il terzo non l'ho più letto perché mi sembrava troppo una presa in giro, solo per fare soldi: era un libricino di si e no 200 pagine e costava 17 euro. Se lo potevano tenere, per quanto mi fosse piaciuto, non avrei speso soldi inutili. Poi dopo, ho iniziato a vedere copertine pressoché uguali tra di loro, senza eccezione per i titoli: uno splendido errore, uno splendido sbaglio, un meraviglioso incontro, una meravigliosa vagina e cazzi vari. No grazie. Così la cosa diventa ridicola.

4) MySpace: un libro che ti è piaciuto quando eri più giovane, ma che probabilmente non ti piacerebbe ora.
Dovrei leggerlo? Non dovrei leggerlo? Il film è pronto, uscirà probabilmente l'anno prossimo e io per ridarmi una rinfrescata mnemonica, dovrò pur rileggerlo. Ma questo libro lo lessi nei ormai lontani anni delle medie. Quando ancora non sapevo nulla del mondo fantasy, quando ancora non avevo letto libri e libri che ripiegavano più o meno sullo stesso argomento. Ho una tremenda paura che la saga che considero la mia preferita, non mi piacerà più come prima se la riandrò a rileggere dopo tantissimissimo tempo. Ma penso che affronterò la paura e lo leggerò: non ho la minima intenzione di andare al cinema senza ricordami nulla della storia(!). Inoltre l'ultimo libro della Kate, la duologia Teardrop, non mi è piaciuta affatto come avrei voluto. Va be che ho dato ben 4 cuori al secondo volume della duologia, ma adesso che la rileggo, mi viene voglia di schiaffeggiarmi. Si vede che ero ancora alle prime armi con le recensioni. Cristo Santo, qualche giorno di questi dovrò modificare quella recensione...!

5) Instagram: un libro che ha la più bella cover esistente
Non finirò mai di dirlo. Shatter me di Tahereh Mafi. This cover. THIS. COVER. Ma come può una copertina essere così meravigliosa e perfetta e toccante e significativa allo stesso tempo?! Oramai ho finito le parole per descriverla. Questa cover è stata anche la protagonista del mio primo appuntamento con Cover Battle che vi posto qui . Purtroppo pur avendo letto tutti e tre i libri più una novella, non ho avuto la possibilità di averli nella mia libreria. Ma su questo ci sto lavorando e spero che entro la fine dell'anno riuscirò ad averne almeno due su tre libri della trilogia intera. Dita incrociate! È anche un problema in più perché questa copertina specifica è stata cambiata con una in cui c'è una ragazza vestita con un abito bianco, non so se avete presente. Fatto sta che ora è quasi impossibile trovarla, ma io, ovviamente, l'ho trovata. Il problema è che costa ben 20 euro. Io di solito con 20 euro ci compro quattro libri... Vedremo! Di sicuro lo comprerò, non so quando (spero a Novembre), ma lo comprerò.

6) YouTube: un libro che tu desideri sia trasportato in un film
E va be. Sarebbe un capolavoro se fosse fatto bene. Ma proprio perfetto. Ma vi immaginate il fangirlare con questo film? Io già con i libri impazzivo, figuriamoci con i film. Sarei morta. MORTA. Ma sarebbe troppo bello per essere vero. Una cosa strana che mi succedeva leggendo i libri è che non riuscivo ad immaginari Daemon. Non riuscivo a immaginarmelo con i capelli neri, riccioluto e con gli occhi verdi... non ci azzeccano proprio come colori. Però forse è solo il mio parere; voi come ve lo immaginate Daemon? Io Daemon e Katy me li immagino come Daemon e Elena di TVD.  (*.*) Ma quante volte ho detto Daemon? Chiedo venia lol.

7) Goodreads: un libro che vorresti raccomandare a chiunque.
Non credo che questo libro abbia ricevuto la popolarità e il merito che... merita (scusate il gioco di parole). Sto parlando della trilogia di Starcrossed di Josephine Angelini. Credo che questo sia stato il suo libro di debutto. Io ho AMATO questa trilogia. Magari un po' meno l'ingarbuglio che si è andato a creare con i legami di parentela maaa... a parte questo, l'ho trovato un libro davvero bello, pieno di elementi tutti da apprezzare. Inoltre, vogliamo parlare delle copertine? Sono praticamente dei capolavori della fotografia, quelle copertine. Sono curiosa di leggere Attraverso il fuoco dell'Angelini. La trama mi intriga molto e spero che sia bella come questa trilogia(!), will see!

La tag finisce qui biscottini danesi. Alla prossima!!