giovedì 31 dicembre 2015

December Wrap-Up & January TBR

Buongiorno cuccioli di lama. Come state passando questo ultimo giorno dell'anno? Io non sto facendo niente di che, tranne scrivere questo post e un post speciale che vi pubblicherò domani. Quest'anno non è stato niente di che, sono contenta di aver letto 25 libri. Magari non sono tanti, ma per me sì, perché credo che prima del blog leggevo molto di meno, mentre adesso mi do delle scadenze. Ho avuto i miei primi iscritti al blog e anche se poco, lo trovo un bel traguardo. Io scrivo non solo per me stessa, ma anche per altre persone. Mi piace che ciò che scrivo venga letto. E' una bella sensazione. Inoltre ho fatto conoscenza anche di altri blog entrando nella blogosfera e non mi aspettavo di trovarci un mondo all'interno. E' stato bellissimo. Spero che nell'anno nuovo avrò nuovi iscritti così, essendo di più, potremo divertirci ancora di più. Più siamo, meglio è. Giusto? Ma non dilago troppo perché non voglio annoiarvi. Anzi, passo ad elencarvi i libri che ho letto questo mese. Buona lettura!


Iniziamo con Robert L. Stevenson. Che dire, è stata proprio una bella lettura. Uno dei classici che mi hanno fatto rendere conto che non tutti i classici mi stanno antipatici. L'ho trovata una lettura abbastanza facile, assolutamente non pesante; scorrevole e coinvolgente. Lo stile non era poi così elaborato, quindi il libro non risultava pesante e lo stile non si presentava lento. Inoltre la storia in sé era davvero interessante. Anche se sapevo già il finale, non ha fatto a meno di coinvolgermi.


Ah, questo libro. Ammetto che ero davvero restia a leggerlo, anzi se devo dire la verità, non c'era nemmeno nella mia Wishlist e non credo che ce lo avrei mai messo. E invece eccolo qui, letto in un paio di ore. Questo racconto mi ha fatto ritornare proprio bambina, e si vede benissimo che non è una semplice favola per bambini, ma ha vari significati. Anzi, se vi devo dire la verità, ho anche trovato dei riferimenti al mondo Cristiano come i sette vizi capitali, che si configuravano con i vari mondi che il piccolo protagonista visitava. Questo libro parla di affetto, di vedere la realtà in un altro modo, di essere sempre bambini per vivere in modo diverso da come vivono gli adulti. Questo libro parla di affezionarsi alle persone, parla di amicizia, in un contesto in cui sentimenti così puri ormai non ce ne sono quasi più. Questo libricino racconta dei puri di cuore come i bambini, che mai vengono ascoltati ma che dovrebbero esserlo invece più spesso.


Appena letto, anche questo l'ho letto in poche ore, questa notte. (Sono andata a dormire alle quattro del mattino, ora ditemi voi come faccio stasera a fare la notte in bianco. Ditemi voi.) E sono rimasta piacevolmente sorpresa. Immaginavo che mi sarebbe piaciuto, ma non così tanto. E se vi devo dire la verità, mi ha fatto anche abbastanza paura. Sono andata a dormire con una cavolo di paura, porca zozza. Erano davvero poche pagine, quindi la storia era tutta concentrata lì. Non era dispersiva, anzi si leggeva subito. Le pagine praticamente volavano: la storia mi aveva proprio coinvolto. Forse troppo...! Non è molto conosciuto come libro ma merita davvero. Per chi non lo sapesse, Carmilla (o Mircalla o Millarca) è stata la prima vampira della storia. Ancor prima di Dracula di Bram Stoker. Fico eh? Lo sapevate? La credenza comunque stabilisce che è stato per primo Stoker a scrivere del mito dei vampiri (1897). E invece è stato Le Fanu a scrivere del primo vampiro, rigorosamente donna (1872): GIRL POWER!! 


Non ricordo se è stata la seconda o terza lettura del mese; ma mi pare la seconda. Comunque, questa è una rilettura. Vi starete chiedendo: "Simona, ma perché hai riletto proprio questo libro?" Beh, dovete sapere che per Natale avevo chiesto ai miei genitori dei libri. Così mi hanno ordinato tali libri su Ibs. Uno di questi era Scarlett. La trilogia. Il che vuol dire che in esso c'era anche La terza luna, ultimo capitolo della trilogia che mi mancava appunto per finirla. Per questo l'ho riletto, per rinfrescarmi la memoria. Ma, dovete anche sapere, che quei bastardi dell'Ibs mi hanno cancellato un libro dall'ordine perché non disponibile. E indovinate un  po' qual era? Scarlett. La trilogia! Ma ovviamente, perché la fortuna gira SEMPRE dalla mia parte. L'unico che desideravo così tanto, non mi arriverà. Che bello. E sì, li ho ordinati una settimana e mezza prima della vigilia di Natale e non mi sono ancora arrivati. Chi devo uccidere?



Ho una bella pila di classici e non da poter scegliere per come letture di Gennaio, ma credo di volermi fermare con i classici e riprendere un po' i miei generi quotidiani. Vediamo un po'...

Dispongo già del primo libro e gli altri due sono l'ordine di Ibs che mi dovrebbe arrivare a breve, si spera. Non so se avete notato ma ultimamente non ho iniziato nessuna serie e credo che mi devo risollevare. E questa serie l'ho voluta leggere da davvero tantissimo tempo, quindi quale migliore occasione per iniziare? Non voglio sovraccaricarmi, quindi credo che questi tre libri siano sufficienti, anche perché a Gennaio finisce il primo quadrimestre quindi mi devo mettere sotto a studiare per mettere tutto a posto. 

Bene cucciolini di lama. Il post finisce qui e ci vediamo domani per un nuovo e speciale appuntamento. Buon proseguimento di giornata!