lunedì 15 febbraio 2016

My blog essentials

Buongiorno granelli di zucchero a velo! Oggi è Lunedì, quindi siamo tutti con una voglia condivisa di non far nulla, dico bene? Beh, allora non rimane che assecondarla e restare a letto. Magari sotto le coperte con il cellulare in una mano e una tazzona di tè caldo nell'altra. Invitante non è vero? Questo Lunedì, vi propongo un post un po' diverso dagli altri e forse anche un po' inutile e pretenzioso. In questo post vi elencherò i miei blog essentials, ovvero delle applicazioni e non che per me sono appunto essenziali per scrivere post e mandare avanti la baracca X'D
Magari non interessa a nessuno, ma let's get started!
1) Goodreads 
Credo che questa sia l'applicazione che più mi è indispensabile. Oltre a fornire un database di oltre 300 milioni di libri, è anche un app social che ti permette di leggere e metterti in contatto con utenti di tutto il mondo che hanno la tua stessa passione. Adoro Goodreads perché mi aiuta ad organizzarmi con la mia WL infinita. Mi permette di cercare i libri che voglio e aggiungerli ai vari scaffali: to-read, read, currently-reading e altri creati direttamente dall'utente. Inoltre, grazie a questa applicazione, scopro moltissimi titoli interessanti di cui magari non sapevo l'esistenza. Trovo Goodreads un salva-vita fondamentale.

Se tutte le anime che hanno un blog avessero anche Bloglovin', probabilmente sarei la ragazza più felice sulla terra. Se non lo sapete, questa applicazione è molto semplice: ti permette di seguire tutti i blog che vuoi in modo molto efficiente. Cerchi il blog in questione e inizi a seguirlo. Appena il blog che segui, pubblica un post, questo automaticamente ti compare nella home. Direte voi: "è inutile". E invece no! Perché  invece di rimbambirti ogni volta ad aprire centomila finestre per vedere i vari post dei vari blog da te seguiti, basta che apri Bloglovin' e hai tutti i post sulla home, senza affannarti. Io la trovo molto utile, specialmente quando sono fuori e ho un po' di tempo libero per guardare i vari blog. Il problema però vi è quando non tutti i blog che seguo hanno Bloglovin'. Infatti, questo mi crea confusione quando devo commentare i vari post perché alcuni ce l'hanno e altri no. Quindi, vi preeego, bloggers: mettetevi Bloglovin'!!

Sito indispensabile per chiunque volesse cimentarsi nei Giveaways. Io l'ho usato per il mio e subito l'ho aggiunto nelle applicazioni essenziali per il mio angolino. E' semplice ed efficiente, nulla da dire di male. Ti evita davvero una faticaccia perché ti permette di sapere quale utente partecipa e chi ha svolto tutte le condizioni da te richieste. Devi solo scegliere chi sarà il vincitore del Giveaway e, se sei proprio un poltrone pigrone, allora Rafflecopter sceglie il vincitore o i vincitori per te! Cosa vuoi più di così?

Non concerne proprio il blog ma lo inserisco lo stesso perché io lo trovo essenziale. BookMooch nella sua semplicità è qualcosa di meraviglioso. Ti permette di scambiare libri con chiunque dovendo pagare solo il costo di spedizione che è di 1€ e qualcosa, praticamente niente. Ti fa risparmiare un sacco di money e, attraverso la comunicazione via email con gli utenti con cui vuoi scambiare libri, vieni informato circa le condizioni del libro. Io per esempio, non mi baso molto sulla leggibilità del manoscritto, in quanto uso BookMooch unicamente per avere libri di certe edizioni da aggiungere alla mia collezione e magari avere una saga con tutti libri in copertina rigida o brossurata (esempio banale: ho la saga Shadowhunter, due libri in copertina rigida e quattro in copertina flessibile. Nella mia lista di richieste troverete quindi i quattro libri in copertina rigida che mi servono per avere tutta la saga con lo stesso formato *.*). Non è molto conosciuto, ma io mi ci trovo benissimo e di sicuro se lo proverete, non ve ne pentirete!

Questa è un' applicazione unicamente per Android e io la amo con tutto il cuore. Avete presente quando siete fuori casa o a letto tra il sonno e la veglia e vi viene quell'idea lampo che dovete assolutamente scrivere perché sennò l'idea è persa? Ecco, JotterPad mi ha salvato il sederino così tante volte che io non le conto più. E' una comune applicazione per le note, ma io la trovo utilissima: ti conta le parole, lavora anche offline, con un solo click inizio subito a scrivere quindi non è assolutamente complicata e non ti fa perdere tempo prezioso; puoi scegliere tra quattro caratteri diversi e varie grandezze di testo, puoi creare cartelle o semplicemente delle bozze e puoi condividere ciò che scrivi in vari formati (testo, file, html, rtf, docx). Insomma, un altro piccolo tesoretto salva-vita.

Una delle mie salvezze praticamente. Un piccolo gioiellino. Sto parlando di questo calendario editoriale scaricabile gratuitamente stampabile, che comprende: obiettivi e missioni del tuo blog, calendario editoriale, piano settimanale, idee per nuovi post, to do list, brainstorming, statistiche del blog, griglia per i contatti, lista per le varie passwords da te utilizzate. Insomma, è davvero un tesoretto da tenere stretto. Appena l'ho trovato, non ho più potuto farne a meno. Con questo calendario, sono diventata più organizzata e schematica, perché so quando e cosa pubblicare, mi motiva quando ne ho bisogno e mi rende tutto molto più facile. Credo che tutti i bloggers dovrebbero avere un calendario cartaceo come questo. E poi, oltre ad aiutarti con il tuo angolino, non ti fa mancare lo stile: i colori e l'aspetto di questo calendario sono carinissimi! Ve lo stra-consiglio!!

La uso da poco ma mi ci sono già affezionata. Nonostante Blogger ha delle opzioni sulle statistiche, questa di Google è molto più dettagliata e precisa. Non la capisco ancora quindi mi concentro sulle funzioni di base: mi dice le visite che ho avuto in un periodo di tempo stabilito da me (tipo una settimana del mese, o l'intero mese o solamente un giorno), posso vedere quanti sono i visitatori unici e quelli che ritornano, posso vedere i vari dati di sistema, demografici e mobile; posso vedere le varie sessioni, gli utenti (non chi, ma quanti eh, chiariamoci, non stalkero nessuno) e le visualizzazioni di pagina. Diciamo però che Google Analytics diventa proprio essenziale quando si ha già un numero minimo considerevole di iscritti, quindi per me è ancora presto, ma comunque quando devo tirare le somme del mese appena finito, mi baso su Google Analytics e mi trovo molto bene.

Bene zuccherini a velo, il post di oggi finisce qui, spero che non vi abbia annoiato! Non dimenticatevi di farmi sapere quali sono le vostre applicazioni essenziali e non (se le avete). ^.^ Vi lascio e buona giornata a tutti; a Giovedì!