venerdì 15 aprile 2016

Cover Battle #9

Buonasera pulcini! Scusate se ieri non ho pubblicato, ma sono stata poco bene. Ma eccomi di nuovo qui a sproloquiare insieme a voi sulle copertine dei libri che non fanno altro che mandarmi al manicomio! E iniziamo! 
Tralasciando il fatto che mi sono quasi strappata i capelli a causa di Blogger che è sempre a cavoli suoi(!), iniziamo parlando di queste copertine...! Ho scelto Cinder anche in occasione dell'uscita italiana di Cress! Che però io non comprerò proprio per via delle copertine, yey... I mean, non ha senso fare le prime due copertine in uno stile e poi cambiarlo totalmente e fare tutt'altra cover. Io non lo posso accettare libri con copertine diverse, semplicemente non ce la faccio ecco. E poi, lo dico fin da adesso, le copertine italiane (surprise surprise!) non mi piacciono proprio per niente. O meglio, se non avessi visto quelle straniere, potrebbero anche starmi meno sullo stomaco, ma visto che ho visto, ammirato, contemplato,  l o d a t o  le copertine straniere, non posso fare a meno di adorarle nella loro magnificenza. Eppure non so dirvi cosa mi piace di loro, vi so dire semplicemente che mi piacciono tutte. Tutte. Nessuna esclusa. Mi piace lo stile del disegno, mi piacciono i colori che subito saltano all'occhio, mi piace il loro contrasto, e ancora; lo stile della scritta, il fatto che non c'è confusione, ci sono solo il nome dell'autrice e il titolo, niente più. Questa semplicità è un qualcosa di particolare perché pure con una semplice scarpetta rossa, e quei "meccanismi" all'interno della gamba, ti fa venire la curiosità di sapere di cosa si tratta. 
Che poi mi sta venendo tipo il panico, perché più tempo passa più ho paura di non trovare l'edizione in copertina rigida in lingua originale, perché ho notato che più tempo passa, più non stampano più le varie edizioni e formati (per fare un esempio, The Night Circus- Il circo della notte di Erin Morgenstern non lo stampano proprio più, i librai mi hanno detto che non lo troverò mai in una libreria fisica) e quindi sì, sto andando in ansia. Spero che entro la fine di quest'anno, riuscirò a comprarlo.

Ebbene sì, anche questo appuntamento di Cover Battle è finito, come potete vedere/ leggere, la copertina italiana non me la sono proprio considerata, il che è quello che succede con me quando vedo copertine italiane orrende...