sabato 22 ottobre 2016

Top 3 books I loved so far in 2016!

Buonasera unicorni! Come state passando questo sabato? Io tra studio, computer e soprattutto ripensare alla prima puntata di The Vampire Diaries dell'ultima stagione. OH MIO DIO. Non ce la posso fare! L'INIZIO DELLA FINE. (okay basta.)
Nel post di oggi, vi elencherò i tre libri che ho amato fino ad ora. Ne ho messi solo tre perché per le liste più lunghe, voglio aspettare alla fine dell'anno. Quindi, iniziamo!

Autore: J. K. Rowling
Titolo: Harry Potter e il Principe Mezzosangue (Harry Potter #6)
Editore: Salani
Trama: e che ve la dico a fare

Perché l'ho scelto: Ho letto l'intera saga di Harry Potter questa estate e cavolo, è come se avessi compiuto mille avventure. Il viaggio che ho compiuto con Harry è stato un qualcosa di meraviglioso. Libri così non te li dimentichi tanto facilmente. Ho scelto questo, perché il Principe Mezzosangue è il mio preferito. (in questi tre link ne parlo un po') Mi è piaciuto molto di più rispetto agli altri perché Silente, il mio personaggio preferito, è molto più in azione, è presente molto di più rispetto agli altri libri. Ho adorato il suo personaggio e quando è morto, non vi dico le lacrime. Inoltre, mi è piaciuto il fatto che in questo libro veniva raccontata la storia di Voldemort. La Rowling ci ha permesso di conoscere le sue origini, la sua storia, ciò che lo aveva portato ad essere nel presente. E lo ha fatto in una maniera abbastanza figa: attraverso i ricordi delle persone. Non semplici flashback: ricordi. Cosa vuoi di più da un libro?!


Autore: Valentina D'Urbano
Titolo: Il rumore dei tuoi passi
Editore: Longanesi
Trama: in un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato «la Fortezza», Beatrice e Alfredo sono per tutti «i gemelli». I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un’amicizia ruvida come l’intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un’amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent’anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.

Perché l'ho scelto: Come potevo non scegliere questo libro? Ne ho fatto la recensione in cui esprimevo tutti i miei feelings e dopo ancora questo poco/ tanto tempo che l'ho letto, lo strazio che questo libro mi ha fatto provare, è ancora vivo. (in questi due link accenno qualcosa sul libro) Questo libro è la prova che siamo tutti masochisti. Non ho dubbi. E' di una disperazione unica e non ho trovato una persona a cui non è piaciuto. In libreria ho visto Alfredo, e sinceramente non so proprio cosa fare. Dovrei comprarlo? Non ho dubbi che lo amerò come Il rumore dei tuoi passi, ma ho paura di due cose. La prima cosa di cui ho paura, è rivivere quello che mi ha fatto vivere il primo libro. La seconda cosa di cui ho paura... o meglio non ho paura, semplicemente credo che un libro come Il rumore dei tuoi passi non debba avere un seguito. Non so come spiegarlo, come se tutto deve iniziare e finire lì, con quel libro.


Autore: Ransom Riggs
Titolo: La casa per bambini speciali di Miss Peregrine (Peculiar children #1)
Editore: Rizzoli
Trama: Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che - protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo - si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

Perché l'ho scelto: Ormai vi ho rotto proprio le scatole con questo libro eh? Che poi, se devo dire la verità, ero indecisa tra Demonglass di Rachel Hawkins e questo. Alla fine ho scelto questo perché è una lettura recente e quindi riesco a ricordare qualcosa. Di Demonglass non ricordo molto, mi sono andata a rivedere la recensione però non me la sono sentita di metterlo però comunque vi ho rimandato alla recensione e hai post relativi al libro della Hawkins, se volte dare un'occhiata. Per quanto riguarda I bambini di Miss Peregrine di Ransom Riggs vi rimando alla recensione e ad un altro post in cui ne parlo in modo approfondito (sarebbe la My Halloween Challenge). L'ho scelto perché di questo libro ho adorato tutto. Non c'è stata una cosa che non mi è piaciuta. Una storia come poche che più ci rimugino, più mi innamoro, più non vedo l'ora di avere tra le manine il secondo libro. Sono contenta di averlo letto e pensare che non ne avevo nessunissima intenzione; lo avevo iniziato a leggere solo per la My Halloween Challenge, perché non mi veniva nessun libro creepy in mente a parte quello e quindi l'ho preso tanto per, ma non mi immaginavo che era questa meraviglia!

Bambolini e bamboline, il post di oggi finisce qui. Spero vi sia piaciuto! Non dimenticate di farmi sapere voi cosa ne pensate, e magari dirmi quali sono stati i tre libri che vi sono piaciuti di più fino ad ora nel 2016. Sarò felice di leggere post aderenti e le vostre opinioni! Alla prossima!