venerdì 30 dicembre 2016

Top 3 books I loved in 2016

Buonasera arcobaleni zuccherosi. Domani è l'ultimo giorno dell'anno: ANSIA. Non so perché ho l'ansia. Forse perché non voglio che il 2016 finisca. So che il 2017 sarà un grande anno per me: la maturità, l'università... è in questi momenti che vorrei mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi...ma(!) visto che non sono uno struzzo mi tocca affrontare tutto. Uffà.
Senza contare che in queste vacanze mi aspettavo di leggere una tonnellata di libri e invece zero assoluto. Hollow City mi ha bloccata. Nel senso, che io se non scrivo la recensione del libro appena letto, non vado avanti con le letture. E ho trovato fare la recensione di Hollow City particolarmente difficile e quindi ci ho messo tipo giorni a decidermi a scrivere. Quindi stanotte penso di iniziare Ti darò il sole di Jandi Nelson e spero di smaltire un po' la pila di libri da leggere.
In occasione però della fine dell'anno, vi volevo parlare delle 3 letture che ho amato di più. Quindi godetevi il post che segue e fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate e magari quali sono state le vostre letture preferite di quest'anno.
Ci tengo a dire che questa non è una classifica in ordine di importanza. Li ho amati tutti e tre: non saprei quale mettere al primo posto...!


Iniziamo quindi con Hollow City, ultimo libro letto. L'ho amato ragazzi. Non vedo l'ora di postarvi la recensione: finalmente alle tre di stanotte ho cominciato a scriverla e ho finito stamattina. E' stato bellissimo finire la recensione. Non vedo davvero l'ora di postarla sul blog...! Mi è stato difficile scriverla perché questo libro mi ha dato così tanti feels che oddio avevo paura di non trasportare tutto il mio amore nero su bianco. Più lo leggevo e più scoprivo un tesoro nascosto tra le pagine. Mi sono affezionata sempre di più ai bambini Speciali di Miss Peregrine e sono felice e amareggiata  riguardo l'ultimo libro: felice perché voglio scoprire come va a finire la storia, come finisce, però sono triste perché così non rivedrò più nessuno dei personaggi...!
Che poi sono andata a vedere il film e tipo ci sono rimasta una cacca perché l'ho trovato bruttissimo come film. Sapevo che il film non può essere mai all'altezza del libro, ma così esageriamo però, della serie: non tirate troppo la corda che poi si spezza. Ci sono alcuni motivi che me lo hanno fatto odiare (diciamo così?) ma non sto qui ad annoiarvi perché il post non riguarda il film. Possiamo sempre discuterne nei commenti oppure se volte in un altro post anche se recensire un film non rientra nelle "mansioni" del mio angolino libroso.
Inoltre se avete curiosità di saperne di più in attesa della recensione: vi rimando alla recensione del primo libro così che potete vedere quello che penso (review spoiler free) e decidere se leggere e intraprendere anche voi questa meravigliosa avventura con i bambini Speciali.


Altra lettura che ho amato dall'inizio alla fine. In altri post vi ho spiegato perché, quindi non mi dilungo troppo. Dei sette di Harry Potter è quello che ho amato di più, perché Silente, il mio personaggio preferito, viene raccontato di più, compare molto di più nel libro. Inoltre l'ho amato anche perché viene raccontata la storia di Lord Voldemort. Amo quando vengono raccontate le storie di come i cattivi diventano tali. Tipo la serie tivù Gotham (cosa del tutto fuori luogo, lo so). Mi dispiace tantissimo di non aver fatto la recensione di questo, però avevo in piano di rileggere tutti i libri di Harry Potter visto che la prima lettura non è stata delle migliori, in quanto non me le sono godute a pieno (qui la triste spiegazione). Magari non li leggerò tutti insieme ma penso proprio di rileggerli in quest'anno che viene. Magari vi farò solo la recensione di questo, giusto per farvi sapere come la penso di questo libro. L'ho adorato, sappiatelo. Silente viene introdotto nella scena molto più spesso rispetto alle altre volte e di questo sono contenta perché anche se la sua storia viene descritta maggiormente nell'ultimo (ditemi se sbaglio) libro, lì viene presentata una brutta copia di Albus, del tipo quando viene pubblicato quel libro firmato da Rita-Sono-La-Cacca Skeeter. Vengono presentati tutti i dubbi di Harry, la sua rabbia verso Silente, vengono presentate tutte le diffamazioni e le ombre del suo personaggio e della sua storia. E' per questo che preferisco più il sesto libro, perché lì Silente viene presentata come una figura paterna per Harry, una guida, una figura importante, per lui e per la scuola.


Ultimo ma non ultimo, Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano. Bé, che dire: un altro capolavoro abbiamo qui. Di questo ho fatto la recensione che vi metto proprio qui. Non mi sarei mai aspettata una storia del genere. Sarà per la scarsa fiducia che ho negli autori italiani, che mi hanno sempre propinato obbrobri (Fabio Volo coff coff...) quindi è stata una cosa stupenda scoprire un autrice come la D'Urbano. Il rumore dei tuoi passi è un libro che mi ha distrutto, che non rileggerò mai più ma che ho amato e amerò per sempre. Perché se lo amo non lo rileggerò? Facile/ difficile rispondere a questa domanda: avete mai letto questo libro? Forse potrete capire. E' perché mi ha talmente uccisa che non voglio rivivere una storia come quella. Non so se riuscite a capirmi... Credo ancora che storie come questa non si posso imitare tanto facilmente, perché Il rumore dei tuoi passi è uno di quei libri unici e rari che non è facile trovare una storia che ti butta giù come questa, almeno io non l'ho ancora trovata...!

Bene bambolotti, il post di oggi finisce qui. Io penso di pubblicare anche dopodomani. Intanto però vi faccio gli auguri di buon anno. Spero che quest'anno per voi sia stato bello e sereno e se non è stato così, vi auguro che il 2017 possa portarvi tanti bellissimi cambiamenti e tante cose belle, felicità e gioia ad ognuno di voi e alle vostre famiglie e amici! Arrivederci!!